Il Gioco delle Uova

Il Gioco delle Uova

Con l'acquisto di questo prodotto è possibile raccogliere fino a 1 Punto Fedeltà. Il totale del tuo carrello 1 point può essere convertito in un buono di 0,50 €.


Disponibilità: DISPONIBILE

MNC15378

Nuovo

ManCalamaro

19,95 €

Il Gioco delle Uova

Edizione Italiana

... un pazzo gioco di reazione

La nuovissima edizione del gioco conosciuto come "Eiertanz" ovvero "La Danza delle Uova" con qualche nuova regola, ma con lo stesso spirito di gioco.

Chi riuscirà ad impadronirsi del maggior numero di uova, acchiappando così molti punti? Non é affatto facile, perché le uova saltellano in giro rapide e cambiano continuamente proprietario... e quando qualcuno fa cadere l'uovo, il gioco é finito.

Descrizione liberamente tratta dalla recensione di Veldom su "La Tana dei Goblin"

Eiertanz, ovvero "La Danza delle Uova"
Il gioco per chi ha buoni riflessi ma anche tavoli e sedie robusti e sopratutto nessun vaso cinese in casa !!!

Ma procediamo con ordine...

Una volta che finalmente ne avrete una copia starete iniziando a chiedervi: ma perché hanno scelto una scatola a forma di confezione d'uova? Beh, non appena aperta avrete la risposta: ooohhh, meraviglia! Perché dentro ci sono davvero le uova, di gomma e pure "Made in China" (come recita il marchio pressofuso). E come rimbalzellano bene! E una boing, e due boing, e tre tock!, opssss ehmmm questo era di legno... Sì, dimenticavo, troverete annesso un pesante uovo di legno e due dadi, uno bianco ed uno rosso.

Come mettere il tutto insieme? Semplice : le aspiranti chiocce, a stomaco vuoto, in una stanza priva di cristalleria, siedono attorno ad un tavolo con le uova al centro. A turno, ognuno tira il dado rosso stabilendo l'azione da fare per ottenere un uovo:

- essere il primo a fare un giro intorno al tavolo e tornare al proprio posto;
- essere il primo a gridare "chicchirichì";
- essere il primo a prendere il suddetto dado appena lanciato;
- essere il primo a prendere un uovo che si farà rimbalzare al centro del tavolo;
- fare "coccodè" e prendere direttamente l'uovo;
- stare zitti (altrimenti si perde un uovo).

Bene, adesso le belle gallinelle hanno ottenuto il loro uovo da covare, a volte guardandosi spaesate negli occhi non sapendo con che verso esprimere la loro gioia (il simbolo del chicchirichì e dello stare in silenzio sono molto simili), a volte lanciandosi con slancio scomposto ed amorevole all'inseguimento dell'uovo rimbalzato, a volta rimanendo immobili con sguardo ebete, essendosi il comando verso i loro arti perduto lungo aviari percorsi neurali.

Ma dove mettere a covare l'uovo? È qui che ci viene in aiuto il secondo dado: le locazioni sono molteplici:

- sotto il mento;
- fra guancia e spalla;
- Sotto l'ascella;
- Nell'incavo del gomito;
- fra le ginocchia (ovvero la tortura cinese... credetemi se vi dico che dopo 5 minuti fa maleeee!!);
- in un luogo di propria scelta (badate bene fra quelli sopra elencati!! E non fate commenti...)

Una volta sistemate, le uova non possono essere più toccate (non vorrete disturbare il pulcino, no?).Si prosegue così ad oltranza, tirando dado rosso e dado bianco, continuando a ripetere tutte le operazioni e portandosi dietro un carico sempre maggiore di uova.

Immaginate dei poveri esseri umani sbilenchi che cercano di correre attorno ad un tavolo, con uova da tutte le parti, provando ad arraffare per primi la sedia, o che tentano di tirare un dado con due uova sotto le ascelle e due nei gomiti: praticamente impossibile muoversi. Senza contare i commenti su dove si potrebbero mettere le uova una volta che le locazioni comuni iniziano ad esaurirsi.... È qui che sta tutto lo spirito del gioco: nelle risate che suscitano queste situazioni.

Finché, nel silenzio della stanza, prima dell'ennesimo tiro, non si sente un flebile "pop": E' caduto un uovo, e il gioco finisce: chi ha fatto cadere l'uovo perde e fra i rimanenti si conta chi ha più punti. Due punti per l'uovo di legno (ricordate? quello che non rimbalza) ed un punto per tutte le altre uova.

Fondamentali due particolari: se si fa cadere il dado o un uovo libero (non di quelli che si hanno addosso), è chi l'ha fatto cadere che deve recuperarlo, senza nessun aiuto da parte degli altri. Quando finiscono le uova, si possono prendere a scelta da un altro giocatore che dovrà estrarle e passarle nella vostra mano, tutto solo, senza il minimo aiuto.

  • Lingua Italiano
  • Dip lingua Nessuna. Assenza di testo nel gioco.
  • Autore Roberto Fraga
  • Giocatori 2-4
  • Età 5+
  • Durata 10 min
  • Anno 2018
  • Norma 36 mesi NON ADATTO AI BAMBINI DI ETA' INFERIORE A 3 ANNI
  • Meccanica Destrezza, Colpo d' Occhio
  • Tipologia per Bambini

30 altri prodotti nella stessa categoria :